L’asma (asma allergica o asma bronchiale) è una malattia infiammatoria secondaria, accompagnata da ipersensibilità e restringimenti parossistici delle vie respiratorie. Una rinite allergica (p.es. allergia ai pollini) non trattata si sviluppa nel 30 per cento dei casi in un'asma (cambiamento di livello).

Cause e fattori scatenanti

Gli allergeni sono i fattori scatenanti più frequenti dell’asma bronchiale. Secondo la sensibilizzazione individuale, il contatto con acari della polvere, animali, pollini, muffe o l’assunzione di determinati alimenti o farmaci può causare una reazione asmatica con tosse e affanno.

Diagnosi e diagnosi differenziale

Non ogni restringimento delle vie respiratorie è dovuto a un’asma. La diagnosi può richiedere tempo e dunque pazienza. Se i disturbi si protraggono tutto l’anno, l’asma è cronica. Se invece sono limitati al periodo dei pollini, è stagionale. Anche le allergie alimentari e agli animali possono essere all'origine di un attacco d'asma. La diagnosi è effettuata da uno pneumologo o un allergologo.

Terapia e trattamento

L’obiettivo primario di una buona terapia è ottenere una funzione ottimale dei polmoni e una vita senza disturbi. Innanzitutto, occorre evitare o ridurre il contatto con l’allergene. Ciò significa identificare l’allergene o il fattore aggravante (trigger) e neutralizzarlo per evitare gli attacchi d’asma. Segue la cura farmacologica individuale per l’apertura delle vie respiratorie e l’inibizione delle infiammazioni. È importante che la tecnica d’inalazione sia corretta (vedi anche i film sui diversi metodi d'inalazione).

Dopo un’attenta valutazione, per l’asma allergica spesso è raccomandata un’immunoterapia specifica, considerata un trattamento delle cause e basata su una risposta immunitaria che consenta di nuovo un contatto con l’allergene pressoché esente da reazioni.

Consigli

  • Una buona tecnica respiratoria può aiutare a gestire meglio e senza paura gli sforzi fisici e le crisi respiratorie acute.
  • Evitare nel limite del possibile le sostanze irritanti, come il fumo di sigaretta, i gas industriali e le sostanze odorose.

Cifre e fatti

La diagnosi di asma è oggi perlopiù differenziata. Si distingue tra

  • asma allergica (quando si trova un trigger),
  • asma congenita, p.es. in caso di parto estremamente prematuro (polmoni non sviluppati a sufficienza) o difetti genetici,
  • asma acquisita, nei fumatori o in determinati gruppi professionali a contatto con polveri.

In Svizzera, il 7–15 per cento dei bambini e il 6–7 per cento degli adulti soffre di asma.


Redazione: aha! Centro Allergie Svizzera in collaborazione con il Consiglio scientifico.

 

L’aiuto di aha! Centro Allergie Svizzera

  • I prodotti e i servizi recanti il label allergia svizzero sono particolarmente adatti alle persone colpite.
  • Altri formazioni e corsi sulla neurodermite  e un corso allergie, l’asma e la bronchite cronica (in tedesco a Zurigo).
  • aha!kinderlager (colonie in lingua tedesca o francese) per bambini tra gli 8 e i 12 anni: giornate di vacanza all’insegna dello sport, del gioco e del divertimento, durante le quali i bambini imparano a gestire meglio l’allergia e/o l’asma.
  • aha!jugendcamp (campi vacanza in lingua tedesca e francese) per ragazzi tra i 13 e i 16 anni: oltre a organizzare varie attività sportive e del tempo libero, monitori esperti trattano anche aspetti delle malattie allergiche nell’adolescenza.
  • La vostra donazione ci consente di mettere a disposizione delle persone con allergie, asma e neurodermite importanti prestazioni. Grazie di cuore. Ogni contributo è impiegato in modo mirato ed efficace.