aha! Centro Allergie Svizzera - Tema dell’anno 2020 - Allergie e attività fisica - eczema atopico

Diversi studi dimostrano che la pratica regolare di uno sport ha effetti positivi sulla pelle di chi soffre di eczema atopico (o dermatite atopica o neurodermite). A patto di tenere presenti un paio di consigli.

Non solo svago

L’attività fisica stimola l’irrorazione sanguigna e attiva il metabolismo. Le cellule cutanee vengono rifornite di sostanze nutritive e la pelle può rinnovare più velocemente la sua funzione di barriera protettiva naturale. La pratica di uno sport rafforza inoltre il sistema immunitario e il corpo è meno soggetto a infezioni. Gli attacchi di dermatite atopica possono così ridursi. E per i bambini non c’è distrazione più efficace dal prurito del rincorrere una palla in un parco.

Sport? Certo, ma come si deve

L’eczema atopico indebolisce la naturale azione protettiva e di difesa della pelle. Basta osservare alcuni consigli per godersi appieno la scarica di endorfine senza essere disturbati dal prurito.

  • Indossare abiti traspiranti: fare sport fa sudare. Con un abbigliamento adatto si evita che il sudore e i sali che esso contiene rimangano sulla pelle e che il calore si accumuli inducendo il prurito.
  • Evitare il cotone per le attività intense: il cotone è traspirante, ma può impregnarsi di sudore e rimanere «incollato» alla pelle, su cui sfrega. 
  • Bere a sufficienza: sudando, il corpo perde liquidi che vanno reintegrati bevendo con regolarità, preferibilmente acqua o tè.
  • Indossare la biancheria al contrario: le cuciture possono irritare la pelle.
  • Togliere le etichette dagli abiti: anche le etichette con le indicazioni di lavaggio possono sfregare e irritare la pelle.  
  • Fare subito la doccia: una doccia breve e non troppo calda rinfresca e lava via il sudore. 
  • Scegliere i prodotti giusti: l’ideale sono gel doccia e creme con una leggera azione liporestituente senza coloranti, conservanti e sostanze odorose.
  • Ascoltare il proprio corpo: in caso di attacco infiammatorio acuto è meglio rinunciare allo sforzo fisico.

 

Redazione: aha! Centro Allergie Svizzera in collaborazione con il Consiglio scientifico. Per dati sulla prevalenza, v. indicazioni delle fonti.