Dermatite atopica (Neurodermite)

La dermatite atopica, una malattia della pelle basata su una predisposizione genetica, si manifesta con decorso cronico-recidivante soprattutto nel lattante. Nell’85 per cento dei casi, i sintomi fanno la loro comparsa nei primi cinque anni di vita.

Cause e fattori scatenanti

Le cause della dermatite atopica sono molteplici, come la predisposizione genetica, fattori ambientali e infiammazioni a livello cutaneo. È noto che una carenza, uno squilibrio o una disfunzione delle sostanze responsabili della struttura dello strato superiore della pelle (p.es. proteine e grassi) limitano la funzione di barriera della cute, provocando una maggiore evaporazione dell’acqua e conseguente secchezza della pelle, che diventa inoltre permeabile agli allergeni e ad altre sostanze presenti nell’ambiente in grado di provocare reazioni infiammatorie. 

Oltre alle alterazioni della struttura cutanea, al clima/alle condizioni meteorologiche, allo stress psichico e a irritanti chimici (detergenti e detersivi), ci sono altri fattori che possono influire sullo stato della pelle.

I fattori scatenanti variano da persona a persona e possono cambiare nel corso della vita. Spesso vi sono più fattori in gioco, ciò che complica la determinazione dell’elemento scatenante. 

Sintomi

Lo stato della pelle è in continuo mutamento e può manifestare i seguenti sintomi tipici:

  • pelle secca e sensibile;
  • prurito;
  • arrossamenti;
  • pelle squamosa;
  • parti essudanti;
  • formazione di croste;
  • pelle ruvida con rilievi grossolani;
  • formazione di noduli.

Questi sintomi possono manifestarsi in contemporanea e con varia intensità. Secondo l’età, gli eczemi si presentano in punti tipici. Nel lattante, sono colpiti principalmente il viso, il tronco, le mani e i lati estensori di braccia e gambe. Nel bambino piccolo, gli attacchi si manifestano soprattutto nelle pieghe di ginocchia e gomiti, sul viso, sulla nuca e sul collo. Nei bambini più grandi, negli adolescenti e negli adulti, si osservano anche eczemi alle mani e ai piedi. 

Diagnosi e diagnosi differenziale

Non esistono test di laboratorio in grado di accertare una dermatite atopica. La diagnosi è effettuata sulla base della summenzionata sintomatologia tipica, di un approfondito colloquio tra il medico e i genitori del bambino affetto o il diretto interessato, e di un esame della pelle. La presenza di malattie atopiche nella cerchia familiare può essere un indizio importante.

Ci sono altre affezioni cutanee che a volte provocano sintomi simili, ad esempio la psoriasi. Uno scrupoloso accertamento da parte del dermatologo può fare chiarezza.

Trattamento

La detersione e la cura della pelle con prodotti adeguati sono le fondamenta del trattamento della dermatite atopica, perché consentono di prevenire le infezioni apportando la giusta dose di emollienti e idratanti. 

Un preparato generico adatto a tutti i casi di neurodermite purtroppo non esiste. La scelta del prodotto dovrebbe essere adeguata alla stagione:

  • in inverno, con l’aria fredda e secca, vanno preferiti prodotti più grassi;
  • in estate, con l’aria calda e umida, sono più gradevoli i prodotti con meno grassi ma a forte idratazione.

Molte persone affette soffrono di un forte prurito. Grattarsi induce un sollievo solo momentaneo, perché in realtà origina lesioni che a loro volta provocano prurito. L’obiettivo della terapia è quello di spezzare il circolo vizioso prurito-grattamento-peggioramento dello stato della pelle.

Ci sono diverse misure che possono essere adottate in questa situazione, come rinfrescare la parte che prude, indossare abiti realizzati con tessuti traspiranti e delicati sulla pelle, impacchi e bendaggi con tè nero, sale da cucina o pomate.

Quando lo stato della pelle peggiora nonostante una buona cura di base e si innesca il circolo vizioso di prurito e grattamento, spesso si rende necessaria anche una terapia antinfimmatoria a base di creme e pomate contenenti cortisone o inibitori della calcineurina/immunomodulatori.

Esistono vari fattori che influiscono negativamente sullo stato della pelle, come lo stress o diverse sostanze irritanti. È buona regola cercare di evitarli, nel limite del possibile.

Consigli

  • Il sudore stimola il prurito. Non coprirsi troppo di notte, di giorno indossare abiti adeguati alle temperature.
  • Sempre per evitare irritazioni, può essere utile indossare gli abiti con le cuciture all’esterno.
  • È importante sciacquare a fondo il bucato per eliminare ogni traccia di detersivo.
  • Diverse tecniche di rilassamento (p.es. yoga, training autogeno, rilassamento muscolare progressivo) possono essere utili a gestire meglio le proprie emozioni.

Cifre e fatti

In Svizzera, circa il 20 per cento dei bambini è affetto da dermatite atopica, tra gli adulti si presuppone che il tasso sia del 4-5 per cento. L’85 per cento delle volte i sintomi fanno la loro comparsa nei primi cinque anni di vita.
 

Redazione: aha! Centro Allergie Svizzera in collaborazione con il Consiglio scientifico.

 

L’aiuto di aha! Centro Allergie Svizzera

  • Gli opuscoli «Dermatite atopica», «Dermatite da contatto», «Orticaria» e la guida «Pelle sana e curata – A ogni pelle la sua cura» forniscono ampie informazioni sul tema. Vedi nell'aha!shop anche i Fact sheet: Eczema cronico delle mani; Neurodermite, massaggi con le creme; Neurodermite: alternative al grattamento in caso di prurito; Prodotti per la pulizia e la cura della pelle.
  • aha! organizza a Bellinzona un corso di formazione sulla dermatite atopica per genitori di figli affetti di 0–7 anni.
  • Conosce le nostre applicazioni: Pollini-News, Info asma, e-symtoms, PassaportoAllergie?
  • Il catalogo di domande «Soffro di allergie?» è di aiuto ai medici e ai diretti interessati per stabilire una diagnosi.
  • Gli specialisti della aha!infoline sono a disposizione dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle 12.00.
  • I prodotti e i servizi recanti il label allergia svizzero sono particolarmente adatti alle persone colpite.
  • Altri formazioni e corsi sulla dermatite atopica (neurodermite) (in tedesco a Aarau, Basilea, Berna, Lucerna, Zurigo, in francese a Losanna) e un corso allergie, l’asma e la bronchite cronica (in tedesco a Zurigo).
  • aha!kinderlager (colonie in lingua tedesca o francese) per bambini tra gli 8 e i 12 anni: giornate di vacanza all’insegna dello sport, del gioco e del divertimento, durante le quali i bambini imparano a gestire meglio l’allergia e/o l’asma.
  • aha!jugendcamp (campi vacanza in lingua tedesca) per ragazzi tra i 13 e i 16 anni: oltre a organizzare varie attività sportive e del tempo libero, monitori esperti trattano anche aspetti delle malattie allergiche nell’adolescenza.
  • La vostra opinione ci interessa! Se desiderate sentire anche il parere di altre persone colpite, potete consultare la rubrica «Consulenza e scambio».
  • La vostra donazione ci consente di mettere a disposizione delle persone con allergie, asma e dermatite atopica (neurodermite) importanti prestazioni. Grazie di cuore. Ogni contributo è impiegato in modo mirato ed efficace.

I prestazioni di aha! Centro Allergie Svizzera sono sostenuti da

aha! Centro Allergie Svizzera è sostenuto da Louis Widmer SA